Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere un'ottima esperienza su questa pagina. Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo.      Ok      Approfondisci

+

Programma il tuo Successo!
Inserisci la tua email e il tuo nome
e ricevi gratis i miei VIDEO COACHING.

I ruoli del coach

08.06.16

Il coach è un leader. È un riferimento in cui riporre fiducia. Oggigiorno c'è molta più chiarezza e consapevolezza su cosa sia la figura del coach. Di conseguenza anche il mercato ricerca molto più che in passato la figura del coach; ma spesso capita che siano in molti a proporsi ma in pochi ad essere davvero preparati, ad avere della sostanza sotto all'apparenza.

In questo momento il coaching è un settore ideale per far carriera, un mercato non più agli albori che offre le sue migliori possibilità. Allo stesso tempo, un cliente che ingaggia un coach ha un'idea precisa di chi si trova davanti, probabilmente ha già avuto delle esperienze con altri ed ha esigenze chiare e specifiche. In poche parole, si aspetta un vero coach, un professionista.
Vediamo allora cosa fa un vero coach prima di tutto:

  • crede nel suo cliente;
  • riconosce il suo talento;
  • lo guida a farlo emergere.

Potremmo dire che un coach fa esattamente quello che fa un buon genitore: crede nel proprio figlio, riconosce il suo talento, vede le sue potenzialità e le fa crescere. E, non per ultimo, lo sostiene. Questo vuol dire guidarlo per farlo emergere: potenziare le sue abilità.

È chiaro dunque com'è importante a tal fine istaurare un rapporto di fiducia: il coach crede nel poroprio cliente, crede che ce la possa fare, e il cliente è convinto che la persona che ha davanti sia brava ad aiutarlo.

In questi modo un coach potrà portare per mano il proprio cliente, aiutarlo, sostenerlo lungo tutto il suo percorso, seguirlo passo passo. O magari dovrà dargli il guizzo, il colpo di genio, accendere la lampadina, facendogli trovare così, in un attimo, quello che cercava e non riusciva a trovare.

Riassumendo quello che abbiamo appena detto, un coach che si rapporta col proprio cliente dovrà:

  • scoprire di cosa è capace;
  • sviluppare le sue potenzialità;
  • sostenere le sue prestazioni.

Un ultima cosa.
Non bisogna lavorare sui lati negativi, bisogna migliorare quelli positivi. Anche perché quando una persona col nostro aiuto diventa quello che deve diventare, i suoi peggiori difetti scompaiono. Quindi è sempre bene lavorare sulle capacità, mettere a posto e potenziare ciò che già funziona. Una volta scoperte e sviluppate la sue potenzialità il coach deve fargliele portare a termine. E nel far ciò bisogna capire che ci sono obiettivi sostenibili e obiettivi insostenibili e indirizzarlo solo verso quello sostenibili.

Allora, cosa aspetti? Prendi in mano la tua vita.

Il Dr Cerè è riuscito a far emergere con una chiarezza unica ciò che realmente fa la differenza nel business, nelle competizioni come nella vita. Le strategie che troverete qui sono le stesse che Roberto Cerè ha portato in Ferrari negli anni in cui ha lavorato come Coach per la Scuderia

Jean Todt
Presidente FIA

Queste strategie vi guidano a mettere ordine nella vostra mente e se mettete ordine nella vostra mente, ci sono buone probabilità che lo mettiate anche nella vostra vita di tutti i giorni, familiare e lavorativa.

Antonio Calabrese
Direttore dei Sistemi Informativi - Scuderia Ferrari

Grazie Roberto, perché la tua energia mi è di esempio nei momenti in cui mi verrebbe voglia di rinunciare. Il tuo metodo ci ha obbligato a non nasconderci dietro alla generalità di come sarebbe bello lavorare in un certo modo. Ci ha obbligato a definirlo e a impegnarci.

Franco Furnò
Direttore del Personale Worldwide - Gucci

"Ho ritrovato la motivazione ad agire. Mi è piaciuta la capacità del Dr Cerè di farmi ragionare sulle cose, di scendere nel dettaglio. Mi sento serena. Ho la consapevolezza chiara di ciò che voglio e come posso arrivarci

Simona Orfella
Private Banker - Gruppo Banca Intesa

Ho sempre nutrito un sano sospetto verso chi affronta tematiche così delicate e personali e continuerò a nutrirlo, ma non nei confronti del Dr Cerè. È un'esperienza sorprendente, molto coinvolgente, per niente convenzionale. Non ci si annoia mai

Giuseppe Cavattoni
Direttore del Personale - COIN

Il Dr Cerè mi ha aiutato a mettere ordine in modo semplice in una vita molto complessa. Ti aiuta a capire di più te stesso e ad avere maggiore capacità di gestire i conflitti e le avversità

Stefano Del Missier
Direttore dell'Istituto Regionale per la Formazione - Regione Lombardia

Il lavoro di squadra è il vero segreto del successo sostenibile. Roberto ci ha insegnato a riconoscere i punti di forza e di debolezza di ogni elemento del nostro team, per compensarli vicendevolmente. Questo è fare squadra!

Stefano Martinelli
Primario di neonatologia e terapia intensiva neonatale - Ospedale Niguarda

Grazie al Dr Cerè ho migliorato decisamente la mia chiarezza di obiettivi, consapevolezza e rapidità decisionale. Con uno straordinario impatto nella mia vita personale e professionale

Luca Bianchi
Direttore Generale Italia - Jafra Cosmetics Spa Jafra Cosmetics Spa

Tutti, tutti dovrebbero avere la possibilità di partecipare a questo corso. E' un'esperienza unica per diventare protagonista dei propri pensieri e delle proprie azioni

Danila Carini
Ferrari Gestione Industriale

È coinvolgente. Ti fa riflettere non solo sulla vita professionale ma anche personale. Ti da degli obiettivi da raggiungere e degli strumenti per farlo

Daniela Salvatori
Direttore del personale Europa Gucci

Torno a casa con maggior carica ed energia interiore. Ho acquistato maggiore fiducia in me stesso. Questo mi permetterà di lavorare meglio e realizzare gli obiettivi proposti

Pietro Solazzo
Gucci

Ho già acquisito più sicurezza in me e nelle mie possibilità. Per una volta nella vita qui ti metti in gioco veramente! Mi è piaciuto tutto il metodo, il contenuto e il rapporto instaurato. La passione di Roberto

Andrea Ampirio
Banca Intesa