Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere un'ottima esperienza su questa pagina. Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo.      Ok      Approfondisci

+

Programma il tuo Successo!
Inserisci la tua email e il tuo nome
e ricevi gratis i miei VIDEO COACHING.

Le 7 fasi del coaching

10.05.16

Solitamente una persona si rivolge ad un coach perché ha bisogno di qualcosa in più dalla propria vita. Ecco quali sono le 7 cose che ogni cliente, ma anche ognuno di noi, ha bisogno di fare.

Ovvero, quali son i sette passaggi che un coach deve far capire e deve far vivere ai propri clienti?

  1. Scoprire dove si trova;
  2. definire dove vuole arrivare;
  3. scegliere le risorse di cui ha bisogno;
  4. motivare le sue azioni;
  5. aiutarlo a rimuovere gli ostacoli e i limiti;
  6. decidere le azioni da compiere;
  7. seguirlo durante il percorso.

Dobbiamo sapere dove ci troviamo. Sapere dove siamo e dove vogliamo arrivare spesso è quello che ci salva dallo sconforto, dal diventare matti. È quello che ci salva la vita. Molte persone però non sanno dove stanno andando, né cosa stanno facendo. Aspettano solo che qualcuno decida per loro, che sia la vita stessa a decida per loro. Niente di più sbagliato! Se lavori per qualcuno ad esempio, o se sei tu ad avere dei dipendenti, la domanda che bisogna farsi costantemente è: sto portando alla mia azienda più di quello che sto gli costando? Ovvero, stai portando qualcosa all'azienda per cui stai lavorando? Solo così chi lavora per un'azienda può sentirsi fiero di sé, sa che cosa sta facendo e, soprattutto, gli dà significato! E nel fare questo, la sua vita e se stesso assumo un significato diverso.

Una volta capito dove siamo e dove vogliamo arrivare, bisogna capire di quali risorse abbiamo bisogno:

  • persone;
  • strumenti;
  • capacità.

Dobbiamo individuare le persone di cui abbiamo più bisogno e quali sono le cose, cioè gli strumenti, che ci servono. Le capacità non sono altro che gli "strumenti interni" che servono ad andare dove vogliamo: imparare una lingua straniera, acquisire una competenza in più, ma anche essere più ordinato, avere una maggiore disciplina.

A questo punto bisogna motivare le nostre azioni: perché andare da A a B? Cosa c'è in quella meta che ci spinge tanto? Cosa saremo diventati una volta raggiunta? O meglio, qual è la trasformazione che abbiamo vissuto? Perché spesso è questa la cosa più importante.

Il punto è che se non siamo motivati non agiamo. Qualunque destinazione vogliamo raggiungere, avremo sempre delle difficoltà da affrontare, anzi, se non ci fossero forse non ne varrebbe la pena: le cose più difficili da raggiungere sono quelle che danno più soddisfazioni una volta raggiunte. E più importante è una motivazione, più ostacoli si riescono a sopportare.

Una volta capito tutto questo, alla fine della pianificazione, arriva la parte più importante, quella della realizzazione: un coach deve aiutare a rimuovere gli ostacoli e i limiti della persona che sta seguendo.

Come? Gestendo le interferenze interne – quelle che vengono dalle nostre convinzioni e che bisogna risolvere dentro di noi – e quelle esterne, quelle più oggettive, in cui bisogna decidere le azioni da compiere.

Il coach deve infine seguire passo passo il suo cliente durante tutto il percorso. Deve controllare dove sta andando e far sì che non esca dal sentiero giusto. Un ottimo coach guida in modo preciso e rapido. Dà il ritmo, proprio come un metronomo.

Allora, cosa aspetti? Prendi in mano la tua vita.

Il Dr Cerè è riuscito a far emergere con una chiarezza unica ciò che realmente fa la differenza nel business, nelle competizioni come nella vita. Le strategie che troverete qui sono le stesse che Roberto Cerè ha portato in Ferrari negli anni in cui ha lavorato come Coach per la Scuderia

Jean Todt
Presidente FIA

Queste strategie vi guidano a mettere ordine nella vostra mente e se mettete ordine nella vostra mente, ci sono buone probabilità che lo mettiate anche nella vostra vita di tutti i giorni, familiare e lavorativa.

Antonio Calabrese
Direttore dei Sistemi Informativi - Scuderia Ferrari

Grazie Roberto, perché la tua energia mi è di esempio nei momenti in cui mi verrebbe voglia di rinunciare. Il tuo metodo ci ha obbligato a non nasconderci dietro alla generalità di come sarebbe bello lavorare in un certo modo. Ci ha obbligato a definirlo e a impegnarci.

Franco Furnò
Direttore del Personale Worldwide - Gucci

"Ho ritrovato la motivazione ad agire. Mi è piaciuta la capacità del Dr Cerè di farmi ragionare sulle cose, di scendere nel dettaglio. Mi sento serena. Ho la consapevolezza chiara di ciò che voglio e come posso arrivarci

Simona Orfella
Private Banker - Gruppo Banca Intesa

Ho sempre nutrito un sano sospetto verso chi affronta tematiche così delicate e personali e continuerò a nutrirlo, ma non nei confronti del Dr Cerè. È un'esperienza sorprendente, molto coinvolgente, per niente convenzionale. Non ci si annoia mai

Giuseppe Cavattoni
Direttore del Personale - COIN

Il Dr Cerè mi ha aiutato a mettere ordine in modo semplice in una vita molto complessa. Ti aiuta a capire di più te stesso e ad avere maggiore capacità di gestire i conflitti e le avversità

Stefano Del Missier
Direttore dell'Istituto Regionale per la Formazione - Regione Lombardia

Il lavoro di squadra è il vero segreto del successo sostenibile. Roberto ci ha insegnato a riconoscere i punti di forza e di debolezza di ogni elemento del nostro team, per compensarli vicendevolmente. Questo è fare squadra!

Stefano Martinelli
Primario di neonatologia e terapia intensiva neonatale - Ospedale Niguarda

Grazie al Dr Cerè ho migliorato decisamente la mia chiarezza di obiettivi, consapevolezza e rapidità decisionale. Con uno straordinario impatto nella mia vita personale e professionale

Luca Bianchi
Direttore Generale Italia - Jafra Cosmetics Spa Jafra Cosmetics Spa

Tutti, tutti dovrebbero avere la possibilità di partecipare a questo corso. E' un'esperienza unica per diventare protagonista dei propri pensieri e delle proprie azioni

Danila Carini
Ferrari Gestione Industriale

È coinvolgente. Ti fa riflettere non solo sulla vita professionale ma anche personale. Ti da degli obiettivi da raggiungere e degli strumenti per farlo

Daniela Salvatori
Direttore del personale Europa Gucci

Torno a casa con maggior carica ed energia interiore. Ho acquistato maggiore fiducia in me stesso. Questo mi permetterà di lavorare meglio e realizzare gli obiettivi proposti

Pietro Solazzo
Gucci

Ho già acquisito più sicurezza in me e nelle mie possibilità. Per una volta nella vita qui ti metti in gioco veramente! Mi è piaciuto tutto il metodo, il contenuto e il rapporto instaurato. La passione di Roberto

Andrea Ampirio
Banca Intesa